Le strade sembrano dividersi

Una fredda notte, passata a rigirarmi nel letto, a stringere forte il lenzuolo e il cuscino per dimenticare, per lenire il dolore che sentivo. Per scaldare il gelo che mi avvolgeva.

Purtroppo non è servito a niente, non è servito nemmeno a far fermare il mio sommesso singhiozzare. Sentivo incontrollabili lacrime calde, che con violenza uscivano dai miei occhi stanchi. E poi brividi, dolore, lacrime e ancora lacrime.

Volevo urlare, ma non potevo, tutti dormivano beati, mentre io, mi rinchiudevo nella mia disperazione. Mentre soffocavo i ricordi, mentre vedevo dissolversi sogni.

Infondo lo sapevo… non sarebbe stato facile, e le possibilità che andasse tutto bene, erano pochissime. Però, chiudevo gli occhi, non volevo rovinare quello che sembrava un sogno che stava lì, sospeso, tra cielo e terra, quel bellissimo incanto….

In situazioni del genere ogni cosa fa male; un lungo silenzio è come mille pugni nello stomaco.

Capisci perché ti chiedo sempre di dirmi qualcosa? Finchè non va male, finché stai bene, quasi non pensi. Non pensi alle complicazioni, non pensi ai compromessi che dovrai trovare, alle responsabilità a cui andrai incontro. E giochi a fare l’adulta, vestendoti dei “loro” panni, emulandone gli atteggiamenti. Però poi ti rendi conto che i vestiti sono troppo grandi, che gli atteggiamenti ti tradiscono, non ti rispecchiano. E così, tutto crolla lentamente, senza avere il tempo di reagire, di pensare…

Un attimo prima sembrava tutto fantastico, idilliaco. Ti sembra di poter vedere la bellezza anche in un nudo ceppo di legno. Ma poi, accade tutto così velocemente, come un fulmine a ciel sereno.

 

233807642.jpg

 

Apri gli occhi, ritrovandoti davanti ad una realtà che non vuoi accettare. Che non voglio accettare.

Sembra di stringere qualcosa tra le mani, ma poi mi rendo conto che sono solo granelli di sabbia che scivolano via, anche se voglio tenerli stretti a me; granelli preziosi di un enorme castello di sabbia che viene cancellato dalle onde del mare. Se solo potesse cancellare i miei pensieri proprio come fa con le sculture fatte nella sabbia!

Via tutto allora… se deve andare male, che non resti più nulla, che tutto venga cancellato via, solo se vorrò un giorno, riaprirò la scatola dei ricordi. Ora forse, l’unica cosa giusta è dimenticare. Farmi una ragione di tutto, di ogni cosa. Non posso andare avanti così per molto. Ogni colpo è sempre più forte, sempre più doloroso di quello precedente, e fa stare male sempre di più…

Nessuno sa quanto fa male, nessuno, nemmeno tu che sei origine di tanto dolore.

Non sai quanto male fanno quelle parole lasciate lì sospese… lascia pure perdere tutto, trova altre soluzioni, se deve abbandonarmi anche tu, fallo, non prendere altro tempo, non farmi sentire altro dolore. Se tutto l’amore che c’è non basta, non ci sarà nulla che potrà dare un’atra possibilità.

Rimpiangi pure il tempo perso, odiami, disprezzami, ma non torturami più, lasciami nel mio dolore, prima o poi il tempo lo cancellerà…. Non ne posso più di crisi, di pianti, di maschere fatte per nascondere quello che ho, sono davvero stanca. Che ognuno pensi a sé , perché è proprio vero, ci saranno sempre momenti in cui la solitudine attanaglia, e l’unica persona su cui puoi contare sei tu. Prima o poi, tutti un po’ ti abbandonano, lasciando ferite profonde dentro, che difficilmente si rimarginano. Ora è arrivato il tuo turno forse? Cosa devo dedurre dai tuoi silenzi?

Beh, se devi farlo, non indugiare, non aspettare oltre, potresti rimpiangerlo.

Se questa è una prova, io ho perso in partenza, se questa è una battaglia, alzo bandiera bianca, mi arrendo. Sono stanca, voglio solo riposare, riprendermi. Lo vorrai anche tu. Non ti assicuro nulla, non so se tutto tornerà come prima, non so più chi sono, non so più cosa voglio.

Ed ora, ora voglio solo sparire, diventare invisibile come un fantasma, rimanere solo un vago ricordo sbiadito dal tempo. Ora… ritorno al mio castello diventato cupo e tetro… non è più una bella favola, ma solo un brutto incubo da dimenticare

 

 

1235152782.jpg

 

  

E’ giunta l’ora di costruirsi protezioni e scudi, per non farsi più male

Ora… è arrivato il momento di ritirarmi a leccare quelle ferite che bruciano, che fanno tanto male, ferite che non so se si rimargineranno mai…

2125142373.jpg
Le strade sembrano dividersiultima modifica: 2008-09-16T13:16:00+00:00da odette14
Reposta per primo quest’articolo

11 pensieri su “Le strade sembrano dividersi

  1. Il futuro è nelle tue mani… sei tu che devi decidere se, come e quando. Sapevi fin dall’inizio che quei vestiti larghi avresti dovuto metterli e farteli stare bene… troppo facile chiudere gli occhi e sognare che siano della tua misura.
    O prendi in mano il tuo futuro o ci sarà chi lo farà per te costringendoti ai suoi vincoli, alle sue regole, alle sue idee… ne hai un esempio in casa…

    Sono stufo di chiudere gli occhi e sognare, credere che tutto vada bene… alla fine ti ritrovi con niente in mano. Se voglio qualcosa devo impegnarmi per meritarla.
    Io voglio te… ma non posso averti se non mi vieni incontro… Ci separa una distanza che non posso percorrere tutta io
    Se ci tieni davvero tanto al tuo sogno apri gli occhi, svegliati… e datti da fare per realizzarlo.

  2. Ciao Odette, passo per la prima volta nel tuo blog e mi accorgo che nulla è per caso … ora ne sono sicura … ho letto questo post con l’incredulità che quanto stessi leggendo con gli occhi non fosse in realtà il mio cuore a dover parlare … e più leggevo e più la mascella mi si bloccava e con gli occhi sgranati davanti al video non credevo a quanto stavano leggendo … non non è possibile sto sognando mi dicevo mentre leggevo queste parole …
    … e’ incredibile .. non ci posso ancora credere e mi domando … ma come è possibile nella vita che nell’istante stesso in cui tu provi certe sensazioni o meglio esattamente certe sensazioni c’è chi le sta provando come te, come me … io ti ringrazio hai saputo dire ciò che io non sò tradurre, ciò che io non sò scrivere … ma che provo, maledettamente provo in questi giorni …
    Grazie per ciò che hai scritto Grazie Odette grazie ….e spero che questo nostro incontro … non sia casuale…
    certo dopo tutto questo dire … non posso rimanere indifferente a tutto questo dolore, non posso non leggere e dirti che per quel poco che posso fare … se vuoi posso essere una nuova amica con la quale scambiare pensieri, parole e una mano amica …
    Io in questo “mondo” ho incontrato persone speciali, una delle quali tra l’altro vedo qui (la Streghetta così come la chiamo io) che si preoccupa per te, qui c’è amore qui c’è sempre una parola di conforto, quell’amore che non viene mai negato a nessuno … io se vuoi con estrema umiltà ripeto con quel poco che posso fare … ci sono!
    Permettimi di finire dicendoti: ti sono vicina
    Un grosso grosso abbraccio

  3. Mamma mia Odette, stupenda ma non puoi capire quanto mi rispecchio in questo post, stento a crederci, come conosco le lacrime che bagnano il viso in silenzio la notte, lacrime che si devono soffocare perche’ nessuno deve sentire , quante volte le ho versate e quanto continuo a farlo, pensavo che prima o poi avessero una fine ma ho scoperto che sono interminabili.
    A volte si ama così tanto una persona da volerla cancellare dal cuore pur amandola tantissimo quando il troppo amore fa soffrire.
    Ma il cuore e’ insensibile alle nostre preghiere continua ad amare follemente , come riuscire ad impedirglielo?
    Odette non ho parole per definire cio’ che mi hai fatto leggere……….. posso solo augurati una dolcissima notte

  4. Ciao Odette, con passo leggero di chi vuol rispettare i sentimenti di coloro che ci sono accanto vengo ad augurarti ore di serenità, che la forza e l’amore portino consiglio in un cuore che soffre, e tendo una mano amica ….
    Serena giornata Odette

  5. Ciao Odette, sono contentissima, leggere che le cose si tanno mettendo al meglio mi fa un enorme piacere … vedrai Odette, le cose si sistemeranno, devi solo crederci, e naturalmente fare la tua parte; tutti noi viviamo periodi nella vita più o meno belli ma io ho la convinzione che c’è sempre un buon raccolto quando si opera nel bene … sono davvero felice credimi te lo dico con il cuore … e con questa bellissima notizia ora vado subito ad “aprire la mia casellina di posta” e metto una nuova targhetta: Odette” !!! Dai tesoro, abbiamo tanta strada da fare … e insieme tutto è più bello
    Ti abbraccio con tutto l’affetto che posso
    Un grosso grosso baciotto!!

  6. Amore, non credevo avresti avuto il coraggio di scrivere qui. forse è proprio vero, alcune cose capitano quando meno te lo aspetti. Non ho le parole per esprimerti quanto ti sono grata, per tutto ciò che fai, che mi dai…

    Ti prometto che mi impegnerò, non mi darò per vinta finchè non vedrò il nostro sogno diventare realtà… ti amo, e non voglio lasciarti per nessun motivo al mondo… resta con me per sempre…

Lascia un commento