Maybe

E’ tutto reale? Sono davvero viva?

Non potrebbe esser tutto un’illusione?

 646013ugzu0nawo6.jpg

 E se non fossi viva…

Se questo fosse solo un sogno?

Eppure, come contro prova se mi pizzico sento dolore

Ci sono altre persone che vivono la mia stessa realtà…

Allora… perché questo senso di inadeguatezza?

Un sentirsi sempre fuori posto.

Proprio come un oggetto che viene messo su uno stipite

Che non viene usato mai… abbandonato lì a se stesso,

comincia a impolverarsi, a invecchiare, senza essere utilizzato…

Sento qualcosa di indescrivibile,

una sensazione mista a vuoto, paura, tristezza…

Ma cosa mi succede? Cosa sono tutte queste sensazioni

Cos’è questo senso di impotenza?

Non riesco a reagire, non riesco a capire cosa voglio

Cosa voglio fare… non riesco a capire… me

Allora davvero sono così complessa ed intricata

Ma… dovrà pur esserci una soluzione a questo grande enigma che sono

Dovrà pur esserci un’uscita da questo labirinto

Dovrà pur esserci una fonte di luce da seguire…

Mi accorgo di essere per terra… sulla terra umida,

sono inerte, inerme…

come una piccola farfalla che può essere afferrata con le dita

but7cd5dw.jpg

ma ora mi sento un fantasma….

così come un fantasma resto da sola,

Resto con la mia fidata compagna, la solitudine

la sua compagnia che si fa sempre meno pensante

quasi più accettabile…

Sono vita? Sono morte? Sono un fantasma?

Bring_Me_To_Life_by_j3ff3rson.jpg

 Cosa sono?

Forse un misto di emozioni

Forse un misto di pensieri incoerenti e confusi?

Per il momento resto inerte

Resto inerme

In questa fitta foresta di pensieri

 

The_Sadness_by_C_IP.jpg

 Ma ora… lascio spazio alla fantasia

La lascio vagare leggera e fluttuante per le acque del mio lago

Sadness_by_Dr4kon.jpg

E chissà che un giorno…

E forse un giorno, come un’araba fenice…

Risorgerò…

fenice.jpg
Maybeultima modifica: 2009-02-05T11:36:00+00:00da odette14
Reposta per primo quest’articolo

14 pensieri su “Maybe

  1. Cogito ergo sum – disse Cartesio. E data la totale consapevolezza del tuo essere pensante questa sarebbe la risposta migliore, ma lasceresti priva di considerazione la dimensione estetica, il tuo rapportarti con il mondo circostante. Allora io al “cogito” aggiungerei un “sentio”, percepisco. Ma adesso è probabile che ti abbia infilato in un dubbio più grande del precedente! 😉
    bye

  2. Ciao Odette.
    hai trovato il bandolo, cara.
    L’hai trovato e l’hai sotto i tuoi occhi, si,
    è proprio tra le parole che hai scritto.
    Perché l’hai scritte tu queste parole.
    Hai scritto di Te. Senti il mescolarsi dei tuoi pensieri più profondi e bui come se fossero nelle profondità di una miniera all’interno della tua mente e nello stesso momento il tuo corpo, la tua parte fisica, tangibile quella del “pizzicotto” per sapere se esisti è in superficie.
    Bene, la cosa ti può sconvolgere, ma penso sia del tutto normale. Cosa intendo per normale? ora ci provo, è ovvio che questo è il mio concetto di normalità.
    Una persona come te, con lo spiccato senso del “profondo” che hai, di tutto ciò che non ti sai “spiegare” perché ti sembra strano è per me il risultato di una grande sensibilità. Tu non ti sei mai fermata in superficie. Quella per te è una cosa di normale quotidianità. E’ giù, in fondo alla tua miniera che esplori e ti meravigli per trovarti praticamente al centro della terra. Non tutti sono così, anzi direi veramente pochi. Magari molti, addirittura non iniziano nemmeno a scavare. Non sorprenderti, ma non intendo non esserne sorpresa, anzi sorprendersi è un momento di grande autostima. Sorprendersi di se stessi a volte fa ottenere risultati insperati in cose che magari si consideravano irraggiungibili. Questa tua spiccata sensibilità ti fa porre domande a te stessa di cui non è neccessario a volte trovarne per forza una risposta. E’ così, cogline gli aspetti di meraviglia e vivi la tua naturalezza.
    Sii serena.
    I tuo post è bellissimo, straordinario come solo tu nelle tue parole sai essere.
    Ti abbraccio Odette.
    Ti abbraccio di cuore

  3. Ecco qui la mia cucciola ….
    sono contenta di leggerti, tu sai quanto tio ti abbia chiesto di tornare a scrivere … ti domandi se sei viva?? Tu sei più viva di quanto pensi, o di quello che senti … il tuo cuore è la prova tangibile, ha iun cuore grande che batte e da amore … ciò che ti contraddistingue è la tua sensibilità, sei una Donna meravigliosamente profonda e questo ti distingue … io ne sò qualcosa vero Odette?? questa sera sono io che non ho tante parole … ma pensieri per te sono custoditi nel mio cuore e non mancherò di condividerli con te … grazie Odette per essere qui … e complimenti per questo post tesoro è bellissimo … davvero tanto !!! Un bacione grande cucciola …
    a presto

  4. Questo post cara Odette me lo aspettavo, è il passaggio verso la consapevolezza del tuo essere donna con i tuoi drammi, le tue passioni, il tuo amore infinito, sei cresciuta e crescerai ancora come ti ho sempre auspicato. no complimenti ma felicità di saperti così. ciao

  5. … Ciao Odette … vengo da te, perchè oggi avrei qualcosa da regalarti … non è un premio … è un pensiero che ho avuto per chi come te … in questi giorni ho pensato … tu che sei una cara Amica, tu che con me hai voluto condividere e dividere il tuo cuore … vorrei poterti dedicare le righe che ho riportato da me …. io sò che con la tua sensibilità capirai il senso di ciò che oggi ho voluto regalare …. Ti aspetto nelle “nebbie del passato” !!!!!!!! capirai ………..
    Un bacio tesoro, a presto

  6. Ti prego Odette, fatti forza, tu sei la “Regina del Lago”, il post che ha fatto Laure è proprio un inno alla rinascita.
    Voi donne sapete sempre essere molto forti.
    Ti prego… risollevati solo come tu sai fare.
    Ti devo ringraziare per le tue parole, grazie di cuore. Sei di una dolcezza unica Odette.
    A presto…

  7. Sono passata…volevo lasciarti un mio saluto…Non è tanto,ma insieme ad un pò di luce,può fare qualcosa…..
    Credimi però…. è dato col cuore,anche se non ti conosco..anche se tu non mi conosci..
    Abbiamo qualche anima in comune….anime che splendono nei nostri cieli come stelle…che donano ai nostri cuori e alle nostre anime,la serenità…
    l’affetto della vera amicizia….
    Spero davvero che tu rinasca…lo devi a te stessa prima di tutto…e poi viene il resto del mondo…
    Guardati allo specchio,ritrovati….
    Te lo auguro..con tutta l’anima….
    Un dolce bacio__Anima

  8. sai qual’è il nostro problema???? E’ che siamo anime troppo sensibili…e come tali non ci sentiamo mai abbastanza….in tutto…mai adeguate…in tutto….ci sembra sempre di non donare abbastanza. Ma ogni tanto ci troviamo come delle spugne secche e prosciugate e cerchiamo acqua per ritornare a vivere e a donare di nuovo….

    ti capisco
    un abbraccio

  9. UNa notte di tormenta
    può riempire di neve e di ghiaccio
    tutta la terra.
    Al mattino basta un piccolo raggio
    di sole caldo
    ed il ghiaccio trova
    la sua utilità
    nel confondersi con la terra…
    e rischiari con la sua luce
    la fitta foresta di pensieri…
    un saluto, mieleinfuso

  10. Per Anima… è vero, abbiamo delle anime in comune, mi è capitato di leggerti sui vari blog, e mi dispiace non poter ricambiare la tua visita… accolgo con piacere la luce e le parole che mi porti, insieme a quelle di tutti gli altri sono per me di conforto… un bacio

  11. Ciao Odette, anche a me la solitudine a volte mi opprime. E mi fa molta compagnia, quasi come a te. Però vedi, in questo mondo fatto di blog dove ci siamo conosciute, non siamo mai realmente sole. Perchè ci sono un sacco di persone pronte a consolarci quando ci sentiamo giù e a farci sorridere. Quindi siamo sempre circondate da qualcuno, anche se non li vediamo, se chiudi gli occhi loro sono lì! Coraggio Odette!!!
    Ti sono vicina, baci Cla^^

  12. Sono “capitata” per caso nel tuo sito … il mio cuore si è spalencato … contracambio il tuo messaggio d’amore con un altro scritto tanto fa. E’ un pò fanciullesco … ma lo dedico a te !

    TERRA NUOVA

    Aspiro molto ad una Terra bellissima che indossa sempre il suo migliore vestito.
    Sogno una Terra dove ogni giorno del mese è domenica, dove le famiglie si riuniscono per andare a pranzo, dove c’è chi si alza tardi perché apprezza dormire, e poi c’è chi va al parco con i bambini o esce con il cane a correre; una terra dove splende il sole dalla mattina alla sera, dove tutto è quieto, amorevole, disponibile.

    Una terra da domenica.
    Io lavoro per far sì che sulla terra ci sia un unico giorno bello e piacevole per tutti. Tutti a modo proprio, senza urti, né tensioni, tutti felici dalla propria diversità, dal bianco al nero, tutti amanti dell’altro.
    Una terra dove il sole splende anche a mezzanotte perché è sempre acceso nei cuori.
    Una terra semplice, senza macchine, né ordini, una terra sempre in pace.
    Una terra dove ognuno fa sempre quello che gli piace di più, dallo shopping alla meditazione, ma senza mai intralciare l’altro!
    Una terra d’amore, celeste, rosa e verde, un po’ dorata ed argentata, anche più azzurra nel cuore.
    Una terra che canta sempre, che è luminosa anche da lontano e che assume una trasparenza perfetta come un cristallo…….
    Ti amo terra nuova….

Lascia un commento